VERIFICA DI CASSA – BOZZA VERBALE

A cura della dott.ssa Rossana De Figlio

La figura dell’organo di revisione economico-finanziaria si pone come spartiacque fra ruolo tecnico e ruolo politico degli organi della pubblica amministrazione. L’organo di revisione, introdotto dalla legge 142/1990, è stato oggetto di un susseguirsi di leggi e decreti confluiti poi nel TUEL, che lo hanno investito di un ruolo nuovo e centrale nel controllo contabile e nell’assistenza all’ente. Le funzioni dell’Organo di revisione sono disciplinate dal primo comma dell’articolo 239 del TUEL e tra queste alla lettera 6)  sono indicate le verifiche di cassa di cui all’art. 223 del TUEL. Tale norma dispone che l’Organo di revisione, con cadenza trimestrale, debba provvedere alle verifiche ordinarie di cassa, alla verifica della gestione del Servizio di tesoreria e delle gestioni degli altri agenti contabili. Inoltre, ai sensi dell’articolo 224 del TUEL, l’Organo di revisione è tenuto a partecipare alle verifiche straordinarie di cassa, necessarie in caso di mutamento del Sindaco, del Presidente della provincia, del Sindaco metropolitano e del Presidente della Comunità montana, congiuntamente agli Amministratori uscenti ed entranti, al Segretario e al Responsabile del Servizio finanziario. Di seguito proponiamo un verbale avente ad oggetto la verifica ordinaria della gestione del servizio di tesoreria (c.d. verifica di cassa).

COMUNE DI

(Provincia di )

VERBALE N°XX DEL XX.XX.XXXX DELL’ORGANO DI REVISIONE CONTABILE

VERIFICA ORDINARIA DI CASSA, DELLA GESTIONE DEL SERVIZIO DI TESORERIA E DELLE GESTIONI DEGLI AGENTI CONTABILI

Art. 223 TUEL 267/2000

(Verifica n° X/XXXX: X° Trimestre XXXX)

 

In data odierna il Collegio dei Revisori dei Conti del Comune di ____________, nominato con deliberazione del Consiglio Comunale n. ____ del ____________, esecutiva ai sensi di legge, per il periodo: ______________ –______________ ,

Visto

  • l’art. 223 del Dec. Lgs. 18 agosto 2000, n. 267;
  • lo Statuto ed il Regolamento di Contabilità dell’Ente;

 

ha proceduto alla verifica di cui all’oggetto sulla base della documentazione acquisita dal Responsabile del Settore Finanziario.

 

Sono presenti:

_________________                        Presidente;

_________________                       Revisore;

_________________                       Revisore.              

 

Il Collegio,

prende atto che ad oggi:

  • non è stata predisposta la verifica di cassa degli ____________ al XX/XX/XXXX.
  •  

Riscontrato che la contabilità finanziaria è comupterizzata e che dalla medesima risultano che:

  • le reversali emesse dal XX/XX/XXXX al XX/XX/XXXX, dal n° XX al n° XX sono pari a un totale di euro ____________;
  • i mandati emessi dal XX/XX/XXXX al XX/XX/XXXX, dal n° XX al n° XX sono pari a un totale di euro ____________;
  • dagli atti contabili dell’Ente e del Tesoriere risulta un fondo cassa al XX/XX/XXXX pari ad euro____________, come riportato nel prospetto in basso e dai relativi allegati documentali.
  •  

Il Collegio dei Revisori dei Conti sulla scorta della documentazione messa a disposizione, procede, qui di seguito, a riscontrare la concordanza tra i dati contabili dell’Ente e quelli del Tesoriere.

 Dai Registri contabili del Comune risultano i seguenti dati:

 

 

Dalla contabilità del Tesoriere risultano i seguenti dati:

 

Il Collegio,

prende atto che alla documentazione prodotta mancano:

  •  

 Il Collegio, invita la struttura a presentare, urgentemente, la documentazione mancante al fine di eseguire i controlli conseguenti e riversare sul conto di tesoreria i ________________________________.

 I lavori di verifica si chiudono alle ore _________.

Letto, confermato e sottoscritto.

 Il Collegio dei Revisori dei conti/sindacale

Dott. ……………………                                                (Presidente)   

Dott. ……………………                                                (Componente)  

Dott. ……………………                                                (Componente)